Business-Focus : Würth

 

Sostiene la Vuelle da anni ed è molto legata alla squadra biancorossa. Würth (www.wuerth.it) fa parte del Consorzio Pesaro Basket dalla sua nascita, avvenuta nel 2013. Abbiamo contattato Loris Carbonetti, responsabile vendite Marche del Gruppo per chiedergli i motivi alla base di questa scelta e come è iniziato il rapporto con la nostra società.

Di cosa si occupa Würth?

Würth Italia serve su tutto il territorio nazionale prodotti e sistemi professionali di fissaggio integrati con servizi innovativi per la gestione degli acquisti. In tutta Italia abbiamo circa 2500 dipendenti e in tutto il mondo ne abbiamo oltre 74.000.

Uno dei punti di forza sono i nostri venditori e i nostri numerosi punti vendita, 145 in tutto il Paese. Il nostro obiettivo è quello di superare i 250 nei prossimi 5 anni: in zona siamo presenti a Pesaro. Grazie alla strategia multicanale del Gruppo (venditore fisico, punto vendita e canale online) quest’anno supereremo i 510 milioni di euro di fatturato.

Qual è l’elemento alla base del successo di Würth?

Sicuramente le nostre risorse umane, i nostri venditori e interni (uffici e magazzini) che consentono di garantire un eccellente servizio ai nostri clienti, oltre a permettere lo sviluppo di nuove sinergie e rapporti commerciali.

Quando e perché avete deciso di entrare nel Consorzio Pesaro Basket?

Facciamo parte del Consorzio fin dalla sua fondazione: amiamo lo sport, desideriamo sostenerlo e siamo anche partner di Special Olympics Italia. Abbiamo deciso di supportare la Vuelle perché si tratta di una piazza storica e molto importante del basket italiano, oltre a rappresentare per noi un’importante opportunità di crescita commerciale e di immagine a livello nazionale. Proprio in provincia di Pesaro e Urbino stiamo ricercando nuovi venditori tra i 20 e i 25 anni, da inserire in un percorso di formazione della durata di 24 mesi.

Qual è il vostro giocatore preferito?

La campagna acquisti ci ha entusiasmato e siamo contenti che siano stati ingaggiati giocatori provenienti non solo dagli Stati Uniti, ma anche dai paesi dell’Est Europa. In particolare, ci piace molto la visione di gioco di James Blackmon e la fisicità di Egidijius Mockevicius.

Ufficio Stampa VL

Pesaro, 29/11/2018

(Pubblicato sul Match Program N°4 #PesaroBologna)

Per leggere i Match Program VL clicca qui