OpponentsWatch: all'Arena arriva Sassari!

 

Secondo impegno casalingo del 2018 per la VL. Nell'ultima giornata del girone di andata un altro match difficile ma interessante per i biancorossi: all'Adriatic Arena arriva il Banco di Sardegna Sassari. Palla a due sabato 13 gennaio alle 20.30. Quella contro i sardi è la sfida numero 20: finora sono 6 le vittorie dei padroni di casa, mentre gli ospiti si sono imposti in 13 occasioni. Nei match giocati a Pesaro sono 6 le vittorie per i biancorossi, mentre i sardi hanno vinto 3 volte. La vittoria più larga per la Vuelle risale alla stagione 1991/1992 quando in un match di Coppa Italia la Scavolini sconfisse il Banco di Sardegna 102-78. Gli ospiti si imposero con il maggiore scarto nella stagione 2012/2013 con la Dinamo che espugnò l'Adriatic Arena con il punteggio di 90-100 contro l'allora Scavolini Siviglia.

Nello scorsa annata le due squadre si incontrarono alla quinta giornata: nel match di andata, giocato il 30 ottobre in Sardegna i padroni di casa si imposero con un netto 86-59; nel Banco di Sardegna il migliore il play ex VL Rok Stipcevic, autore di 18 punti in 24 minuti. Tra i pesaresi buona prova per Marcus Thornton, con 21 punti in 30 minuti che però non permisero la conquista dei due punti. Nel girone di ritorno, il match si giocò il 26 febbraio all'Adriatic Arena. A vincere furono i biancorossi con il punteggio di 76-71. Ancora un'ottima prova per Thornton che realizzò 28 punti in 35 minuti con 28 di valutazione, tra gli ospiti Savanovic e Carter ne segnarono 13 a testa.

 

COME ARRIVA AL MATCH SASSARI

8 vittorie e 6 sconfitte: questo finora il bilancio dei sardi in campionato, con il Banco di Sardegna che arriva a Pesaro per la conquistare la vittoria che consentirebbe ai sardi di conquistare matematicamente la qualificazione alla Final Eight di Coppa Italia. In caso di arrivo a pari punti a quota 16 tra Cantù, Cremona, Bologna e Sassari sarebbero infatti proprio i sardi a rimanere esclusi dalla competizione di febbraio a Firenze. Stessa situazione se a chiudere il giorone di andata a 16 punti fossero Sassari, Cremona, Bologna e Trento. 

La squadra allenata da Pasquini ha iniziato bene il torneo, battendo in casa Cantù, prima della sconfitta sul campo di Torino. Inizio altalenante con il ritorno alla vittoria contro Reggio Emilia, prima del ko di Bologna. Netta la vittoria casalinga contro Milano alla quinta giornata (90-69), a cui ha fatto seguito poi il ko di Cremona e quello casalingo contro Capo d'Orlando. Il Banco di Sardegna è tornato al successo nella trasferta di Varese, seguita dall'affermazione tra le mura amiche contro Brindisi. Sassari è stata la prima squadra a fermare la capolista Brescia, in trasferta (78-79) a cui ha fatto seguito la vittoria contro Pistoia. Nel turno del 26 dicembre i sardi sono stati sconfitti dopo un supplementare sul campo dei campioni d'Italia di Venezia. L'ultimo ko è quello casalingo del 2 gennaio, quando Avellino sbancò il PalaSerradimigni per 88-95 e anche in questo caso non bastarono 40 minuti per decidere il vincitore della gara. Nell'ultimo turno il ritorno al successo nel match giocato domenica scorsa in casa contro Trento, battuta 78-67. Per i sardi il miglior realizzatore è stato Scott Bamforth con 23 punti in 32 minuti sul parquet e con 27 di valutazione.

Il Banco di Sardegna ha il secondo miglior attacco del campionato, in media realizza 83.7 punti a gara (81 in trasferta), con il 54% da due punti (seconda in questa classifica; 55.1% in trasferta) e quarta nei tiri da tre con il 35.6% (quarta della serie A; 34.5 % fuori casa). Anche dalla lunetta la formazione di Pasquini è la seconda squadra del campionato (dietro a Reggio Emilia) con il suo 77.8%. Fuori dalle mura amiche però raggiungono l'80% in questo fondamentale. I sardi catturano 11.9 rimbalzi offensivi (9.8 in trasferta) con 18.2 assist (terza in questa graduatoria; 16.8 le palle servite fuori dal campo di gioco sardo). Poche sono invece le stoppate in fase di attacco, solo 1.5 a partita (terzultima del campionato), con 6.6 palle recuperate. Il Banco di Sardegna perde invece 13.9 palloni (15.5 sui campi delle sue avversarie) ed è la quinta peggior squadra del torneo sotto questo aspetto.

A livello difensivo i sardi subiscono 79.7 punti a gara, che salgono a 83.8 nei match giocati in trasferta. Da due subisce il 50.9% (in trasferta il 52.8%) e da tre il 35.7% (il 35.3 % fuori casa), mentre dalla lunetta gli avversari vanno a segno con il 76.6% (fuori casa con il 73.2%). E' l'ultima squadra per rimbalzi difensivi, 22.5 in media, mentre i trasferta salgono a 23.2. Sono 17.1 in media gli assist subiti (18.3 in trasferta), con 1.9 stoppate e 1.5 stoppate subite (1.5 e 1 in trasferta). 6.1 le palle recuperate in difesa dai sardi (6.2 fuori casa), con 13.1 palle perse (10.8 fuori dalle mura amiche).

La Dinamo è impegnata anche a livello continentale: nel girone A di Champions League sono al momento quinti in classifica e vengono dalla sconfitta casalinga subìta mercoledì scorso contro il Murcia per 88-94.

 

 

FOCUS GIOCATORI

Il miglior realizzatore della formazione guidata in panchina da coach Pasquini è Scott Bamforth (guardia Usa con passaporto kosovaro classe 1989) che segna in media 17.4 punti a partita e fornisce in media 4.8 assist ai suoi compagni. Il più efficiente a rimbalzo è invece Shawn Jones (centro Usa con passaporto kosovaro) che arpiona 7.6 palle, oltre ad andare a segno con il 58.2% nel tiro da due punti. Dall'arco la VL dovrà fare attenzione ancora a Bamforth che con il suo 46.3 % è il miglior tiratore di tutto il torneo alle spalle di Silins di Trento. Bamforth perde 2.2 palle a gara ma si conferma pericoloso anche nei tiri liberi, poichè dalla lunetta la sua percentuale è del 84.3% ed è anche il terzo giocatore del torneo per valutazione personale, 19.5. Nelle stoppate si fa sentire la presenza in campo l'ala classe 1991 Achille Polonara, William Hatcher (play Usa classe 1984) si distingue invece in termini di palle recuperate agli avversari della Dinamo. Il giocatore più "cercato" dagli avversari è invece Darko Planinic (centro croato classe 1990): subisce in media 4.4 falli a gara.

 

 

COSA FARE PER SEGUIRE LA PARTITA

Acquista i biglietti per #PesaroSassari direttamente ai botteghini dell'Adriatic Arena sabato a partire dalle 18.30 oppure online sul circuito VivaTicket a questo link.

Vieni alla partita con la maglia della VL!

Acquista la canotta della stagione 2017/2018 o gli altri gadget sul nostro VL Shop Online, nel negozio Prodi Sport di Pesaro (Largo Ascoli Piceno) oppure il giorno della partita negli stand VL - Prodi Sport all'interno dell'Adriatic Arena.

 

COME SEGUIRE IL MATCH CON SASSARI

VL Pesaro - Banco di Sardegna Sassari, 15° giornata di andata Serie A PosteMobile 2017/2018, Sabato 13 gennaio ore 20.30, Adriatic Arena, Pesaro

Arbitri: Lanzarini, Vicino, Borgo

La sfida dell'Adriatic Arena sarà visibile a partire dalle ore 20.25 in diretta streaming sulla piattaforma Eurosport Player, mentre sarà possibile seguire la radiocronaca diretta della gara con la voce di Mirko Facenda a partire dalle 20.25 sulle frequenze di RadioIncontro Pesaro (91.9 Mhz per le zone di Pesaro città, Gradara, Tavullia, Montecchio, Montelabbate; 103 Mhz per le zone di Urbino, Colbordolo, Fossombrone, Fermignano, Cagli, Urbania e Carrpegna), ascoltabile in streaming anche sul sito www.radioincontro.com oppure attraverso l'app gratuita di RadioIncontro. Al termine del match sarà possibile anche seguire la diretta video dalla sala stampa dell'Adriatic Arena per la conferenza post partita a questo link.

 

Ufficio Stampa VL

Pesaro, 12/01/2018