La VL sfiora l'impresa a Venezia (72-71)

La VL lotta fino alla fine in un finale punto a punto sul campo dei campioni d'Italia della Umana Reyer Venezia. I due punti vanno ai padroni di casa che si impongono per 72-71, ma i pesaresi sono arrivati ad un passo da una vittoria che sarebbe stata molto importante su uno dei campi più difficili della serie A. La VL, complice la vittoria di Brindisi a Reggio Emilia, chiude ora la classifica con 6 punti. 

Coach Leka manda in campo Omogbo, Ceron, Mika, Moore e Bertone. De Raffaele schiera invece Haynes, Peric, Johnson, Orelik e Watt. L'avvio è di marca veneziana con la tripla di Haynes, prima del canestro e fallo di Peric che porta avanti i suoi sul 6-0. La VL non ci sta e con l'ex Marco Ceron trova i suoi primi punti dall'arco, prima del nuovo break lagunare per il 13-3 al 5'. Per i pesaresi arrivano anche i primi punti da Mario Little, al rientro dopo l'infortunio di fine ottobre, ma è Biligha a portare la Reyer al momentaneo massimo vantaggio (21-8) prima di un'altra tripla di Ceron e il quarto si chiude con il canestro da sotto realizzato da Little. Il primo quarto si chiude sul 23-15 per Venezia.

Monaldi inaugura il secondo quarto con due punti, prima del canestro e fallo con Peric che riporta i suoi avanti di 9 (26-17). Ceron è in serata e realizza la terza tripla personale, a metà quarto la VL è sotto di 3 punti (31-28) con due liberi segnati da Mika, prima del pareggio a quota 31 con un canestro da sotto e tiro libero aggiuntivo firmato diego Monaldi. Si va avanti punto a punto, con Venezia che chiude i secondi 10 minuti prima con una schiacciata di Biligha e poi con una tripla di Tonut. Le due squadre vanno all'intervallo lungo sul 40-34 per i padroni di casa.

Al ritorno in campo la Reyer segna i primi due punti con Watt a cui rispond Little con un arresto e tiro (42-36). Omogbo commette il suo quarto fallo personale che manda in lunetta Watt per tiro libero del +11 (47-36). Al suo posto entra Bertone mentre Biligha firma il nuovo massimo vantaggio sul 49-36 al 24', costringendo coach Leka al timeout. Mika va a schiacciare, poi subisce il fallo di Orelik. Dalla lunetta il numero 12 biancorosso fa 1 su 2 e riporta la VL a -10 (49-39). I pesaresi sono in un buon momento e trovano 4 punti di Moore in velocità per il 49-43 in favore della Reyer. La Reyer va a segno con un break di 5-0 chiuso da Orelik, prima del canestro di Mika. Ceron commette il suo terzo fallo personale. La tripla di Moore riporta il distacco sotto la doppia cifra a un minuto dal termine del terzo quarto (58-50). La tripla di De Nicolao manda le due squadre all'ultimo riposo sul punteggio di 62-52 per la Reyer.

Nell'ultimo quarto la VL torna in campo con Ancellotti, Monaldi, Omogbo, Ceron e Moore. Il primo canestro è di Monaldi per il 62-54, Ceron piazza un'altra tripla della sua ottima serata per il -5, imitato subito dopo da Cerella (65-57 a 7'40" dal termine). La VL firma un break di 8-0 con un gran sottomano di Monaldi che vale il pareggio (65-65). De Raffaele sospende il gioco, ma è ancora Monaldi ad andare a segno per il canestro del vantaggio, prima del pareggio in sospensione di Johnson e la successiva tripla di Haynes (70-67). A 3'30" coach Leka chiama timeout, Moore realizza il suo ventesimo punto personale (70-69 a 1'35"dalla sirena finale) prima del nuovo sorpasso VL firmato sempre dal numero 14 biancorosso. Nell'azione successiva il suo tentativo da tre non va a segno, dall'altro lato Haynes realizza con uno stepback a 26" dal termine (72-71). il coach pesarese chiama timeout. Al ritorno in campo la VL ha il possesso palla, Ceron rimette in gioco il pallone, Moore subisce fallo. Altra rimessa per il capitano biancorosso, Monaldi riceve e va sul fondo, scarica per Ceron in angolo ma la palla sfugge al numero 3 VL. La rimessa è della Reyer, la VL non è ancora in bonus e deve commettere altre due falli con appena 5 secondi sul cronometro. Omogbo commette il suo quinto fallo personale, De raffaele chiama timeout per organizzare l'azione offensiva. Al rientro in campo il cronometro scorre con l'Umana che controlla il possesso e vince con il punteggio di 72-71. La VL resta ferma a quota 6, con il prossimo turno previsto sabato 13 gennaio in casa contro Sassari.

UMANA REYER VENEZIA - VL PESARO 72-71 (23-15; 40-34; 62-52)

UMANA REYER VENEZIA: Haynes 8, Peric 15, Johnson 5, Green, Tonut 8, De Nicolao 5, Orelik 2, Bolpin ne, Ress ne, Biligha 10, Cerella 5, Watt 14 ALL. De Raffaele

VL PESARO: Omogbo, Ceron 14, Mika 11, Moore 22, Bocconcelli ne, Ancellotti 6, Little 6, Bertone, Monaldi 12, Serpilli ne ALL. Leka

Arbitri: Paternicò, Bartoli, Quarta

 

Ufficio Stampa VL

Mestre, 07/01/2018