OpponentsWatch: per la VL trasferta a Venezia

 

La prima trasferta del 2018 è ostica, ma la Vuelle non parte sconfitta. I ragazzi di coach Leka scendono oggi in campo, palla a due alle 17.00 sul parquet del Taliercio di Mestre per affrontare nella 14° giornata di andata i campioni d'Italia in carica della Umana Reyer Venezia. I lagunari vengono dalla netta vittoria di Capo d'Orlando, i pesaresi devono riscattare la sconfitta casalinga subita per mano di Milano appena cinque giorni fa. La formazione allenata da Walter De Raffaele sarà un avversario difficile, ma la VL deve provarci. 76 sono i precedenti tra i lagunari e i biancorossi: 41 successi per la VL, 35 per la Reyer. Nei 37 match giocati in Veneto, i pesaresi sono usciti vincitori in 9 occasioni, contro le 28 affermazioni dei padroni di casa. La vittoria più larga per i veneti risale alla stagione 1974/1975 quando l'allora Canon sconfisse la Maxmobili Pesaro nel girone di classificazione del campionato di serie A per 93-64. Gli ospiti si imposero con il maggior scarto nell'annata 1994/1995: in un match valido per la Coppa Italia la VL, sponsorizzata Scavolini sbancò il campo della San Benedetto Venezia per 68-82.

Nella scorsa stagione le due squadre si affrontarono alla sesta giornata. Nel match di andata, giocato a Pesaro il 6 novembre la VL vinse 84-78. Decisivi furono i 23 punti in 23 minuti dell'ex, e ora capitano VL, Marco Ceron. Negli ospiti il migliore fu Tyrus McGee, con 19 punti in 30 minuti. Le cose andarono diversamente nel match di ritorno: il 5 marzo al Taliercio finì 85-61, con una grande prova di Hrvoje Peric tra i padroni di casa con 21 punti in 29 minuti di gioco. Per Pesaro non furono sufficienti i 20 punti messi a segno da Jarrod Jones, con anche 29 di valutazione.

 

COME ARRIVA AL MATCH VENEZIA

Il bilancio in campionato per i detentori del tricolore vede 9 vittorie e 4 sconfitte per un totale di 18 punti che valgono il quarto posto provvisorio in classifica dietro a Brescia, Milano e Avellino con due lunghezze di vantaggio. La Reyer cerca anche la miglior posizione per la griglia delle Final Eight di Coppa Italia. Il torneo è iniziato con una vittoria, ottenuta sul campo di Varese a cui ha fatto seguito il successo casalingo contro Trento. Alla terza giornata altra affermazione, sul campo di Brindisi, prima di altri due punti conquistati al Taliercio contro Cremona. Finale punto a punto a Bologna che ha premiato la squadra di De Raffaele di una sola lunghezza, mentre il primo ko è arrivato a Mestre contro Torino per 91-96. Altra affermazione al fotofinish dopo un supplementare a Cantù (92-93) prima del successo tra le mure amiche contro Pistoia. Alla nona la seconda sconfitta, stavolta ad Avellino, prima del ritorno al Taliercio per un nuovo ko (66-68) contro Reggio Emilia. Il turno successivo ha visto la Reyer perdere di 19 punti sul campo della capolista Brescia, poi il ritorno ai due punti in casa contro Sassari, dopo un supplementare. L'ultimo turno, il primo del 2018, ha visto la Reyer passare a Capo d'Orlando con una netta affermazione: 59-91 con 20 punti di Hrvoje Peric, miglior realizzatore dei suoi. 

L'Umana è impegnata anche a livello continentale: al momento è in quinta posizione nella classifica del girone C di Champions League, con un bilancio di 5 vittorie e 4 sconfitte.

In campionato quello dei veneti è il terzo miglior attacco, con una media di 82.4 punti realizzati, dopo Cantù e Sassari. Da due punti va a segno con il 52.2%, ma è dall'arco che la squadra di De Raffaele fa male agli avversari: la Reyer colpisce con il 37.9%. In questo fondamentale è la miglior formazione di tutta la serie A. Dalla lunetta realizza il 70.3% dei tiri liberi, e peggio di lei fa solo Brindisi. In attacco cattura in media 9.2 rimbalzi a match, mentre è la migliore del campionato anche negli assist, con una media di 19.2 a gara. In fase offensiva mette a segno 2.8 stoppate, sono 12.7 le palle perse con 5.4 palle recuperate.

L'Umana è la settima miglior difesa: subisce in media 79.5 punti, 80.5 quando gioca in casa. Da due punti subisce il 49.2%, da tre con il 30.5%. Dalla lunetta gli avversari della Reyer vanno a segno con il 72.2%, mentre in media sono 26.7 i rimbalzi difensivi dei lagunari. Venezia è anche la squadra che concede meno assist agli avversari: sono in media 13.7. In difesa la media delle stoppate è di 1.9 con 7.5 palle recuperate, contro le 12 palle perse a match.

 

 

FOCUS GIOCATORI

Il miglior realizzatore dell'Umana è l'ala lituana classe 1990 Gediminas Orelik, con una media di 16.4 punti realizzati a gara. Da due punti il centro Usa classe 1989 Mitchell Watt va a segno con il 58.8%, dall'arco la VL dovrà fare attenzione sempre ad Orelik, terzo miglior tiratore del campionato con il 43.2%. Il miglior rimbalzista è l'ala croata del 1985 Hrvoje Peric con 5.7, mentre negli assist spicca MarQuez Haynes (play Usa 1986 naturalizzato georgiano) con 4.2 di media. Dalla lunetta la guardia/ala Usa classe 1987 Dominique Johnson va a segno con l'85.3% delle realizzazioni. Nelle stoppate e nelle palle recuperate De Raffaele può ancora contare su Watt, mentre Peric e Orelik perdono in media 1.8 palloni a gara. Watt e Peric sono anche i giocatori più cercati dagli avversari: in media subiscono 3.4 falli a partita. Orelik ha anche la migliore valutazione personale tra i veneti, con 17.2.

 

 

COME SEGUIRE IL MATCH DI VENEZIA

Umana Reyer Venezia - VL Pesaro, 14° giornata campionato serie A PosteMobile 2017/2018, Domenica 7 Gennaio ore 17.00, Palasport Taliercio, Mestre (VE)

Arbitri: Carmelo Paternicò, Mark Bartoli, Denis Quarta

La trasferta della VL a Mestre sarà visibile in diretta streaming sulla piattaforma Eurosport Player, mentre sarà possibile seguire la radiocronaca diretta con la voce di Mirko Facenda a partire dalle 16.55 sulle frequenze di RadioIncontro Pesaro (91.9 Mhz per Pesaro città, Gradara, Tavullia, Montecchio, Montelabbate; 103 Mhz per le zone di Urbino, Colbordolo, Fossombrone, Fermignano, Cagli, Urbania e Carpegna), ascoltabile anche in streaming sul sito www.radioincontro.com o attraverso l'app gratuita di RadioIncontro.

 

Ufficio Stampa VL

Pesaro, 07/01/2018