Dan Peterson su Trento-Pesaro

elio dan 400x300px"Ho esagerato per amore nei confronti della Vuelle"

 

Dan Peterson, intervistato da Elio Giuliani per Radio Città, risponde alle critiche del dopo Dolomiti Trento-Consultinvest Pesaro.

 

- DanPeterson.mp3

 

Fonte: Ufficio Stampa VL

 

VL Web&Social 

 

Alberto Bucci: "Dobbiamo portare la città dentro ogni giocatore..."

AlbertoBucci FuoriTempo 350x522pxAlberto Bucci, intervistato da Elio Giuliani per Radio Città, con queste belle parole consiglia su come si affronta la sfida con Caserta:"...Se io fossi a Pesaro porterei tutta la città dentro ogni giocatore, dicendo che lui non gioca da solo oggi, ma giocherà per tutti i cittadini di Pesaro e per tutti quelli che da 50 seguono il basket pesarese...e di non aver paura di sbagliare, perchè dietro ci sarà qualcuno che gli darà forza al braccio, lo spingerà per correre e farà sicuramente bene. Poi nella vita si può andare bene o male, ma guai uscire dal campo e dire "avrei potuto fare", vado in campo e faccio quello che posso. Alla fine se ho dato il massimo posso dare la mano all'avversario anche se piango, ma se esco dal campo e dico "se avessi fatto.." allora sarebbe un fatto grave."

 

Intervista completa: 

-AlbertoBucci_29apr2015.mp3

 

Fonte: Radio Città

 

VL Web&Social 

 

Pesaro 30/04/2015

 

Sfida tra top-scorer

Ross-MitchellSfida nella sfida al Pala Trento nel match tra la Consultinvest Pesaro e la Dolomiti Energia Trento.

Sul parquet si affrontano il 4° miglior realizzatore di Lega LaQuinton Ross e il capocannoniere della Serie A Tony Mitchell.

 

#LegaBasketSerieA

#ATestaAlta

 

fonte. LegaBasket

 

 

Addio a Barbadoro

CDM 2939

Scomparso a Milano vinse l’ormai mitico scudetto juniores del 1956 con Agide Fava in panchina

Pesaro, 5 marzo 2015 - Ci ha lasciato Pierluigi Barbadoro, ex giocatore e allenatore di pallacanestro. Se n’è andato a 75 anni a Milano, con al fianco la moglie Maria Antonietta e il figlio Massimiliano. Era malato da tempo.

Nato a Pesaro nel 1939, Pierluigi Barbadoro era stato un giocatore della Victoria Libertas pallacanestro, fregiandosi nel ’56 dello scudetto Juniores assieme a Franco Bertini, allenati da Agide Fava.

Lo chiamavano ‘tromba’ per la sua forza fisica, visto che riusciva a schiacciare pur essendo alto solo 1,75 centimetri.

Viveva a Fano, ma era rimasto sempre legato a Pesaro, dove era stato anche docente di educazione fisica, ed al basket. Tanto da aver fatto l’allenatore, nello staff della Vuelle negli anni ’70, e poi della Falco, da cui l’attuale Consultinvest è ripartita.

 

 

fonte. Il Resto del Carlino

 

 

La VL sfida Trento in diretta Tv

Wright Venezia 400x275

 

 

Basket, domani a Trento arriva Pesaro


E' sfida tra i bomber Mitchell e Wright


I padroni di casa vogliono rimanere in alto trascinati dal capocannoniere del campionato, gli ospiti a caccia di punti salvezza guidati dal play ex Georgetown. Partita dalle 20.30 su Gazzetta Tv.

 

La Consultinvest Pesaro ha in mano il suo destino, può mantenere la Serie A vincendo una o due partite e la parola d'ordine adesso è riscatto. L'inopinata sconfitta interna con Cremona che valeva tre quarti di salvezza ha lasciato una forte delusione e la rabbia va trasformata in energia già dal match di domani a Trento (diretta su Gazzetta tv e su Gazzetta.it alle 20.30, con Banchi ospite in studio). All'andata Pesaro rimediò una scoppola, adesso i punti pesano di più per entrambe.

PROTAGONISTI — La rivelazione del campionato ha in squadra il capocannoniere Mitchell (20.8 punti), la Vuelle schiera l'acquisto che ha spostato molto gli equilibri, Wright. Il play americano viaggia a 18.9 di media, è talentuosissimo ma ama anche tenere molto la palla in mano. "Mitchell tira 18 volte a partita, Wright non arriva a questi numeri, la squadra è un tutt'uno e ci sono situazioni diverse ogni volta. Contro Sassari, Myles era torrido e abbiamo concentrato tutti gli attacchi su di lui", ha spiegato coach Riccardo Paolini, che ha trovato una chiave di lettura interessante: "Mi sono riguardato al video quasi tutte le nostre gare e ho notato che noi andiamo in difficoltà quando attacchiamo male, vedi la gara con Venezia. Non è la difesa il problema". Pesaro viene da tre sconfitte, si è ritrovata in palestra anche la mattina di Pasqua per una lunga riunione e vuole cambiare atteggiamento. "I ragazzi erano increduli per quanto fatto contro Cremona, non sanno spiegarsi cosa sia successo", ha detto l'allenatore biancorosso, che ha lavorato fino a giovedì a ranghi incompleti, senza Myles, Wright e Basile, ma ha poi recuperato tutti. "Il nostro obiettivo è rendere a Trento la vita difficile e portare a casa la vittoria. Dobbiamo fare meglio rispetto alle ultime due-tre partite". Insomma, Pesaro vale più di quello che ha fatto vedere in una serata in cui sembrava già avere la pancia piena. A livello inconscio, c'è stata un po' di ingiustificabile rilassatezza. Ma Caserta è lì, 5 punti sotto ma l'aritmetica e anche le sue belle prestazioni la tengono decisamente in vita. Se la lezione in casa pesarese è servita, lo si vedrà solo in campo. La Dolomiti Energia è terza per punti subiti (la Consultinvest è seconda) e segna 87 punti in casa, terza dopo Milano e Sassari. E' una squadra che gioca e fa giocare e che ha una fisicità che può mettere in difficoltà i biancorossi. La formazione di Buscaglia è quinta e ha battuto la quarta – Sassari – a domicilio. "Trento non dà punti di riferimento, ha giocatori sempre in movimento, è bella da vedere e da affrontare", chiude Paolini. Vincerà chi avrà più motivazioni, perché nel rush finale il calendario e l'avversaria che hai davanti contano davvero poco.

 

Camilla Cataldo 

Fonte: Gazzetta dello Sport

 

VL Web&Social

Pesaro 10/04/2015

 

 

 

Seguici su Facebook


 

Logo VL fondo rosso 500x250